Blog - Ultime notizie

POSTE ITALIANE – Progetto “Polis – case dei servizi di cittadinanza digitale”

POSTE ITALIANE – Progetto Polis – case dei servizi di cittadinanza digitale

In occasione dei 160 anni della società POSTE ITALIANE, parte il Progetto “Polis” – Case dei servizi di cittadinanza digitale, un nuovo sportello unico per la fruizione dei servizi pubblici in modalità digitale e per la creazione di spazi di lavoro condivisi, che coinvolgerà 6.910 uffici postali in altrettanti Comuni con popolazione inferiore a 15.000 abitanti.

Il Progetto Polis consiste, pertanto, nella realizzazione di uno sportello unico gestito da Poste Italiane che permetterà di accedere a più servizi attraverso un unico canale integrato e nella creazione di spazi di lavoro condiviso (“co-working”), entro il 2026. 

Sono, infatti, previste due linee di azione:

  1. la creazione di uno sportello unico di prossimità per la fruizione dei servizi pubblici in modalità digitale, attraverso la piattaforma multicanale di Poste italiane;
  2. la realizzazione di una rete di co-working, “Spazi per l’Italia”. Gli spazi di “co-working” sono spazi di lavoro condiviso aperti al pubblico.

Il progetto funzionerà attraverso la piattaforma multicanale di Poste Italiane con lo scopo di rendere più facile l’accesso ai servizi digitali nelle Pubbliche Amministrazioni.

Il Progetto «Polis» prevede un investimento di 800 milioni in 5 anni destinato ai residenti nei piccoli Comuni:

–  125 milioni di euro per l’anno 2022, 

–  145 milioni di euro per l’anno 2023,

–  162,62 milioni di euro per l’anno 2024,  

–  245 milioni di euro per l’anno 2025 e 

–  122,38 milioni di euro per l’anno 2026.

Lo Stato cofinanzierà solo gli interventi strettamente necessari all’erogazione dei servizi di pubblica utilità e alla transizione energetica. 

Gli altri, circa 320 milioni di euro, saranno a carico di Poste italiane.

Gli ASSOCIATI possono scaricare la scheda riassuntiva.


devi essere un associato per leggere questo contenuto

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.