EDILIZIA SCOLASTICA L'ONERE RIMANE IN CAPO ALLE PROVINCIE - Notizie - Dsgaonline.it consigli, norme e novità dal mondo della scuola
Seguici

EDILIZIA SCOLASTICA L'ONERE RIMANE IN CAPO ALLE PROVINCIE

logo edilizia scolastica inside

Interessante interpretazione della la sezione regionale di controllo per la Puglia della Corte dei conti che con la delibera n. 61/2016. ha interpretato in modo estensivo la riforma Delrio (legge 56/2014) che riordina il sistema delle Provincie. La legge Del Rio dispone che tra le funzioni fondamentali attribuite alle Provincie e alle Città Metropolitane ci sia “la gestione dell'edilizia scolastica”. E' un riferimento molto generico infatti la legge Del Rio non fa alcun riferimento all'elenco delle spese descritte nella legge 23/1996, che all'articolo 3 recita che le Provincie sono tenute ad assicurare agli istituti secondari superiori dislocati sul proprio territorio il pagamento delle spese varie di ufficio e per l'arredo e per le utenze elettriche e telefoniche, per la provvista d'acqua e per il riscaldamento.

Secondo i giudici contabili pugliesi la disposizione generica della legge Del Rio riguardante l'edilizia scolastica «pare volta al mantenimento in capo alle Province delle funzioni svolte antecedentemente in materia, sicché, per la delimitazione delle medesime, non può che farsi riferimento al quadro normativo e giurisprudenziale già delineatosi nel previgente assetto istituzionale». Del resto la legge Delrio ha assegnando alle province la gestione dell'edilizia scolastica senza prevedere eccezioni o limitazioni, sicché conclude la Corte dei conti pugliese «deve ritenersi che la volontà del legislatore sia quella di confermare la disciplina già vigente in materia, della quale, pertanto, non può predicarsi l'intervenuta abrogazione, né espressa né tacita per incompatibilità».

Seguici

 

Le nostre notizie via email

Identificati