ANCORA SUL CIG - Notizie - Dsgaonline.it consigli, norme e novità dal mondo della scuola
Seguici

ANCORA SUL CIG

Eccomi qui a parlarvi nuovamente del CiG (codice identificativo gara) e delle sue rilevanti  implicazioni nell’attività negoziale delle scuole.

Voglio ancora una volta ribadire che il CIG va richiesto per tutti gli acquisti a qualsiasi titolo effettuati (tranne per quelli effettuati con le minute spese).

Infatti l'Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

con le determinazioni 8 del 18 novembre 2010 e 10 del 22 dicembre ha ribadito che il Cig è  divenuto obbligatorio, ai fini di tracciabilità dei flussi finanziari, in relazione a ciascun contratto pubblico avente ad oggetto lavori, servizi e forniture, a prescindere dall’importo dello stesso e dalla procedura di affidamento prescelta

La determinazione n° 10 del 22/12/2010 affronta anche il problema dei contratti stipulati dopo il 7 settembre 2010, data in cui è diventato obbligatorio il Cig, infatti per  quanto concerne, i contratti sottoscritti prima del 7.9.2010 la norma, prescrive che gli stessi siano adeguati alle norme sulla tracciabilità entro centottanta giorni quindi entro il 07/02/2010.

Per fortuna l’autorità ha altresì previsto che ai sensi dell’art 1374 del codice civile che, qualora alla scadenza del periodo transitorio le parti non abbiano proceduto ad adeguare i contratti su base volontaria, detti contratti saranno automaticamente integrati senza necessità di sottoscrivere atti negoziali supplementari e/o integrativi.

Occorre sottolineare  che, fino alla scadenza del periodo transitorio, si potevano effettuare tutti i pagamenti richiesti in esecuzione del contratto, anche se il relativo contratto risultava sprovvisto della clausola di tracciabilità e privo di CIG.

Da oggi anzi oserei dire da ieri in tutto i contratti stipulati per la fornitura di beni e servizi occorre inserire la seguente clausola

Art. (…)
(Obblighi dell’appaltatore relativi alla tracciabilità dei flussi finanziari)

  1. L’appaltatore (…) assume tutti gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all’articolo 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136 e successive modifiche.
  2. L’appaltatore si impegna a dare immediata comunicazione alla stazione appaltante ed alla prefettura-ufficio territoriale del Governo della provincia di (…) della notizia dell’inadempimento della propria controparte (subappaltatore/subcontraente) agli obblighi di tracciabilità finanziaria.

Seguici

 

Le nostre notizie via email

Identificati