ANCORA CERTIFICAZIONE UNICA 2016 - Notizie - Dsgaonline.it consigli, norme e novità dal mondo della scuola
Seguici

ANCORA CERTIFICAZIONE UNICA 2016

 

certificazione unicaL’Agenzia delle Entrate, con provvedimento del 15.01.2016, conferma che i sostituti d'imposta/le scuole devono inviare la Certificazione Unica 2016, indicando i dati reddituali e previdenziali 2015 dei lavoratori dipendenti e assimilati, nonché di quelli relativi al lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi.

Il nuovo modello di Certificazione 2016 è suddiviso in:

  • Sintetico da consegnare ai percipienti entro il 29.02.2016;

  • Ordinario da trasmettere telematicamente all'Agenzia delle Entrate entro il 7 marzo 2016.

La legge di Stabilità 2016 ha previsto ulteriori dati da riportare nella CU, rispetto a quelli richiesti nel 2015. In particolare dovranno essere comunicati anche “gli ulteriori dati fiscali e contributivi e quelli necessari per l’attività di controllo dell’Amministrazione finanziaria e degli enti previdenziali e assicurativi, i dati contenuti nelle certificazioni rilasciate ai soli fini contributivi e assicurativi nonché quelli relativi alle operazioni di conguaglio effettuate a seguito dell’assistenza fiscale prestata”.

Il mod. 770 deve essere presentato alla Agenzia delle Entrate entro il 31.7, limitatamente alle ritenute operate/versate e alle compensazioni effettuate, per evitare un'inutile duplicazione di dati già presenti nella CU.

Sono tenuti all'invio della CU 2016 tutte le scuole che nel 2015 abbiano corrisposto somme/valori, a qualsiasi titolo, ai propri dipendenti, qualsiasi sia la tipologia di contratto di lavoro (indeterminato, determinato, breve e saltuario) ed a tutti i lavoratori autonomi soggetti a ritenuta alla fonte.

Qualora le scuole abbiano corrisposto somme e valori per i quali non è prevista l’applicazione delle ritenute alla fonte, ma che siano assoggettati alla contribuzione dovuta all’INPS, devono comunque presentare la CU 2016.

A seguito delle novità introdotte dal d.lgs. n. 158/2015 e dalla Stabilità 2016,le sanzioni previste in caso di omessa/tardiva/errata presentazione della CU sono:

  1. 100 per ogni CU, con massimo di € 50.000. In caso di errata trasmissione la sanzione non si applica se la trasmissione corretta è effettuata entro 5 gg dal termine.

  2. 33,33 per ogni CU, con un massimo di € 20.000 se la CU è trasmessa corretta entro 60 giorni dal termine di presentazione 

Seguici

 

Le nostre notizie via email

Identificati