RILEVANTI NOVITÀ PER IL DIRETTORE SGA DAL NUOVO CCNL 19.04.2018 - Notizie - Dsgaonline.it consigli, norme e novità dal mondo della scuola
Seguici

RILEVANTI NOVITÀ PER IL DIRETTORE SGA DAL NUOVO CCNL 19.04.2018

All’inizio dell’anno scolastico, il direttore sga formula una proposta di Piano annuale delle attività, in uno specifico incontro con il personale ATA. Anche sulla base delle proposte formulate in quell’incontro il personale ATA ora partecipa ai lavori delle commissioni/comitati per:

1. le visite ed i viaggi di istruzione;

2. l’assistenza agli alunni con disabilità;

3. la sicurezza;

4. l'elaborazione del PEI (art.7, comma 2, lettera a d.lgs. 66/2017).

La novità è contenuta nell’articolo 41 del nuovo CCNL Istruzione e Ricerca del 19.04.2018, che modifica ed integra l’art. 53 (Modalità di prestazione dell’orario), comma 1, CCNL 29.11.2007. Da sempre il direttore sga ha fatto parte di Commissioni/Gruppi di Lavoro/Comitati nei quali sia importante coniugare l’aspetto finanziario a quello didattico, ma è la prima volta che il personale ATA ne ha l’obbligo.

L’articolo 21 del nuovo CCNL stabilisce, per la prima volta, che appartengono alla comunità educante, oltre al dirigente e docenti, il direttore sga e il personale amministrativo, tecnico e ausiliario,cioè il personale ATA nel suo complesso. Il personale ATA viene individuato dal dirigente scolastico, anche sulla base delle proposte formulate nell’incontro e formalizzate dal direttore sga. La partecipazione ai lavori delle varie commissioni interessa alcune materie che coinvolgono le competenze degli ATA:

a) attività negoziale (visite e viaggi di istruzione);

b)disabilità (assistenza alunni disabili, elaborazione PEI);

c) sicurezza.

Pertanto, il personale ATA interessato alla partecipazione obbligata a queste commissioni può essere:

A - il direttore sga che è responsabile dell’attività istruttoria all’attività negoziale o un assistente amministrativo, che comunque deve coordinarsi con il direttore sga;

B - il collaboratore scolastico: l’art. 7 d.lgs. 66/2017 stabilisce che il Piano educativo individualizzato (PEI) è elaborato “con la partecipazione delle figure professionali specifiche interne ed esterne”, che interagiscono con la classe e con l'alunna/o con disabilità. Il collaboratore scolastico, pertanto, ma deve avere l’incarico specifico dell’assistenza alla disabilità;

C - il direttore sga, ancora una volta, che nell’ ambito della sicurezza riveste il ruolo di preposto del personale ATA da lungo tempo.

Seguici

 

Identificati