... ma quanti sono i tipi di accesso civico e bisogna sempre consegnare quanto richiesto??? - Notizie - Dsgaonline.it consigli, norme e novità dal mondo della scuola
Seguici

... ma quanti sono i tipi di accesso civico e bisogna sempre consegnare quanto richiesto???

accesso civico

Ad oggi   è  possibile   distinguere  diverse  forme  di accesso:

  1. diritto di accesso ai documenti amministrativi, disciplinato dalla legge 241/1990 e dal regolamento d.P.R. 184/2006, avente ad oggetto  i  "documenti", cioè atti  già  formati  detenuti  dall'amministrazione,  ed  esercitabile   da   "interessati" qualificati, ossia "i soggetti privati, compresi quelli portatori di interessi pubblici o diffusi, che abbiano un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è chiesto l'accesso";

  2. diritto di accesso civico, previsto dall'art. 5, comma 1 ,  del  d.lgs.  33/2013, avente ad oggetto "documenti. informazioni e dati" oggetto di pubblicazione obbligatoria che l'amministrazione abbia omesso di pubblicare, ed esercitabile da "chiunque", a prescindere da un particolare requisito di qualificazione;

  3. diritto di accesso civico generalizzato, introdotto dal d.lgs. n. 97/2016 e operativo a far data dal 23 dicembre 2016, avente ad oggetto dati e documenti detenuti dalle PP.AA/scuole "ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione " ai sensi del d.lgs. 33/2013; anche in questo caso, la legittimazione è riconosciuta  a "chiunque", a prescindere da un particolare requisito di qualificazione.

I limiti all’accesso civico generalizzato, cioè le eccezioni relative che possono portare a un rifiuto, sono previste al comma 1  dell’art. 5-bis. Infatti, sono richiamate una serie di interessi pubblici che potrebbero subire un pregiudizio dall’esercizio dell’accesso:

  • la sicurezza pubblica e l'ordine pubblico; la sicurezza nazionale; la difesa e le questioni militari; le relazioni internazionali; la politica e la stabilità finanziaria ed economica dello Stato; la conduzione di indagini sui reati e il loro perseguimento;  il regolare svolgimento di attività ispettive

Limiti all’accesso civico generalizzato sono anche previsti a tutela degli interessi privati dal comma 2 dello stesso articolo:

  • la protezione dei dati personali, in conformità con la disciplina legislativa in materia;

  • la libertà e la segretezza della corrispondenza;

  • gli interessi economici e commerciali di una persona fisica o giuridica, ivi compresi la proprietà intellettuale, il diritto d'autore e i segreti commerciali.

Quando la richiesta di accesso civico generalizzato possa incidere su interessi connessi alla protezione dei dati personali o alla libertà e segretezza della corrispondenza oppure agli interessi economici e commercialidel personale docente/ATA scattano le garanzie per il controinteressato: la scuola deve darne comunicazione ai docenti o ATA, in quanto soggetti titolari di tali interessi, mediante invio di copia della richiesta di accesso civico generalizzato con raccomandata con avviso di ricevimento o per via telematica (PEC).

Si applicano, in pratica, le garanzie già previste dalla legge 241/1990 per l’accesso documentale.

Seguici

 

Identificati