L’elenco dei fornitori della scuola ... ma serve?? - Notizie - Dsgaonline.it consigli, norme e novità dal mondo della scuola
Seguici

L’elenco dei fornitori della scuola ... ma serve??

Per acquistare beni, servizi e lavori, prima di qualsiasi altra operazione, il dirigente scolastico deve procedere alla scelta del fornitore/i per quella specifica attività negoziale.

La tentazione di invitare per i vari settori sempre e solo le stesse ditte, o ancore peggio una sola, potrebbe essere molto forte per alcune scuole, soprattutto ora che la competenza non è degli OO.CC.. La probabile conseguenza sarebbe la scarsa qualità e congruità economica dei beni e servizi acquistati, con possibili ricorsi da parte di altre imprese, legittimate a denunciare immotivate esclusioni dal mercato delle scuole. Come ogni altra p.a. la scuola fonda la sua attività amministrativa su principi essenziali, quali efficienza, economicità, libera concorrenza, parità di trattamento, non discriminazione, trasparenza, proporzionalità; sono principi che tutte le istituzioni scolastiche sono chiamate a rispettare.

In generale, la scelta dei fornitori può avvenire attraverso ricerche di mercato, elaborazione di prescrizioni tecniche, tenuta di prezzari, tenuta di albi e tenuta elenchi dei fornitori: nella scuola manca una specifica normativa riguardante la scelta delle ditte fornitrici. Anche le Linee-guida n. 4 sugli affidamenti sottosoglia, revisionate dall’Anac e definitivamente adottate con la deliberazione 206/2018, consigliano di dedicare particolare attenzione alla formazione dell’elenco degli operatori economici, per il quale le stazioni appaltanti possono prevedere l’articolazione per categorie merceologiche, dovendo definire anche i criteri per individuare degli operatori economici da invitare alle procedure selettive.

Pertanto, è opportuno che anche la scuola si doti di un elenco dei fornitori, diviso per settori merceologici, in cui possono iscriversi tutti coloro che hanno i requisiti etici, economica e tecnici, da verificare, per fornire quel dato bene o prestare quel dato servizio.

È indispensabile che all'elenco dei fornitori sia data idonea pubblicità, mediante affissione (durevole) alla sezione Pubblicirà Legale (ex albo on line) della scuola. Attingendo a questo elenco, è possibile individuare le ditte fornitrici da invitare a presentare offerte (obbligatoriamente, se l'importo è superiore a 2.000 euro), in numero tale da consentire una significativa comparazione di offerte, ai fini della scelta più conveniente per l'istituto scolastico.

Seguici

 

Identificati