Il tormentone annuale i rientri pomeridiani per chiusura prefestiva della scuola non svolti a causa della malattia/ferie ... si devono recuperare ?? - Notizie - Dsgaonline.it consigli, norme e novità dal mondo della scuola
Seguici

Il tormentone annuale: i rientri pomeridiani per chiusura prefestiva della scuola non svolti a causa della malattia/ferie ... si devono recuperare ??

 

 

Si avvicinano un po’ di ponti e, giustamente, si farà qualche chiusura prefestiva ... ed ecco che scatta il tormentone.

La chiusura prefestiva della scuola è ancora disciplinata dall’art. 36, comma 3, dPR 209/1987, il quale dispone che “durante i periodi di interruzione delle attività didattiche e salvaguardando i periodi in cui siano previste attività programmate dagli organi collegiali, è possibile la chiusura delle scuola nelle giornate prefestive, fermo restando il rispetto dell’orario settimanale d’obbligo del personale”.

Pertanto, ogni scuola può stabilire diverse modalità di utilizzazione del personale ATA in relazione al piano delle attività formulato dal direttore SGA, sentito il personale ATA medesimo. La prestazione dovrà essere comunque effettuata nel rispetto dell’esigenze organizzative e funzionali della scuola e degli artt. 53 e 6 del CCNL del 29.11.2007, previa delibera del Consiglio d’Istituto.

Qualora un dipendente ATA fosse impossibilitato per malattia ad effettuare il rientro nel giorno programmato dalla scuola, permane comunque in capo al dipendente l’obbligo di recuperare le ore non lavorate a causa della chiusura della scuola nella giornata prefestiva, in quanto è tenuto a completare l’orario settimanale obbligatorio di lavoro.

Per quanto concerne la fruizione della giornata di ferie nel giorno stabilito per il recupero, è opportuno ricordare che la concessione delle ferie rientra nelle prerogative del dirigente scolastico (art. 5, comma 2, d. lgs.165/2001) il quale è tenuto a valutare, prima di autorizzare le ferie nella giornata programmata per il recupero, la sussistenza di eventuali esigenze di servizio ostative alla fruizione delle ferie.

Resta, in ogni caso, fermo quanto previsto per la malattia e cioè che quand’anche il dipendente ATA si assentasse per ferie nel giorno programmato per il rientro pomeridiano, lo stesso dovrà poi recuperare tutte le ore non lavorate in un’altra giornata concordata con il dirigente scolastico, sentito il direttore sga.

Seguici

 

Identificati