Dobbiamo utilizzare le nuove regole per predisporre il Programma Annuale 2018 ??? - Notizie - Dsgaonline.it consigli, norme e novità dal mondo della scuola
Seguici

Dobbiamo utilizzare le nuove regole per predisporre il Programma Annuale 2018 ???

Il mese di novembre va inesorabilmente verso la conclusione ... ma non sappiamo ancora se il Programma Annuale finanziario per il 2018 deve essere redatto come sempre dal 2002 o con le nuove regole prodotte dalla modifica al D.I. 44/2001.

Il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione (CSPI) ha espresso il proprio parere sul testo di riforma del regolamento di contabilità nella riunione del 20 settembre e il 21 settembre lo abbiamo pubblicato. Il 29 ottobre abbiamo anche pubblicato le nostre riflessioni di redazione on line in merito alle novità.

Con nota n. 19107 del 28.09.2017 il MIUR ha comunicato alle scuole l'assegnazione delle risorse finanziarie reali (funzionamento ed altro) e virtuali (MOF). La previsione normativa in materia di comunicazione delle risorse finanziarie ad oggi vigente (art.11 legge 107/2015) già da fine settembre ha consentito di conoscere il quadro completo della dotazione disponibile per l’annuale programmazione finanziaria, anche al fine della programmazione delle attività da inserire nel POF triennale.

Per quanto riguarda le risorse è stata data comunicazione preventiva dei finanziamenti gennaio-agosto 2018 (8/12) ed è stata stabilita una somma pari ai posti accantonati per i collaboratori scolastici mancanti (11.200) per un totale di 292 milioni di euro per le imprese di pulizie esterne.

Non essendo mancata la comunicazione delle risorse entro il limite temporale fissato dalla legge, come invece è accaduto spesso in passato, le scuole possono predisporre ed approvare il programma annuale entro la naturale scadenza del 15 dicembre, ai sensi degli artt. n. 2 e 8 D.I. 44/01.

Ciò premesso, dobbiamo utilizzare le regole del D.I. 44/2001 modificato e commentate dal CSPI???

Innanzitutto bisogna rilevare che il nuovo regolamento non è stato formalmente approvato, ma soprattutto che il Consiglio di Stato - Sezione consultiva per gli atti normativi non ha espresso alcun parere obbligatorio alla data di oggi:  il Consiglio di Stato fornisce, infatti, pareri circa la regolarità, la legittimità, il merito e la convenienza degli atti amministrativi regolamentari dei singoli ministeri.

Non avendo, a soli 30 giorni dalla scadenza del 15 dicembre, ricevuto alcuna notizia in merito ad eventuali novità, si ritiene che le modifiche al DI 44/2001 andranno in vigore con la programmazione del 2019.

... di conseguenza il Programma annuale del 2018 va predisposto secondo le consuete modalità... 

Seguici

 

Identificati