Diritto al completamento per gli ATA di cui all’art. 59 - Notizie - Dsgaonline.it consigli, norme e novità dal mondo della scuola
Seguici

Diritto al completamento per gli ATA di cui all’art. 59

Il personale ATA con incarico, ai sensi dell’art 59 del CCNL 29.11.2007, a tempo determinato (al 30/06 o al 31/08) su un profilo diverso da quello di appartenenza e  con orario settimanale di servizio inferiore a quello previsto, può essere destinatario di ulteriori nomine a tempo determinato per supplenze brevi o saltuarie al fine di ottenere il completamento dell’orario di servizio.

La possibilità  di ottenere il completamento è motivata dal fatto che una volta assunto l’incarico di supplenza ai sensi dell’articolo 59, al personale viene applicata la disciplina per il personale assunto a tempo determinato prevista dal C.C.N.L.

L’art. 4 DM n. 430/2000 prevede infatti il completamento dell’orario di servizio per il personale ATA non di ruolo; il personale di ruolo, una volta accettato l’incarico annuale, assume lo status giuridico di supplente e pertanto il completamento diventa possibile.

In conclusione, il personale ATA di ruolo, che ha scelto di accettare un incarico di supplenza al 30/06 o al 31/08, in un profilo diverso da quello di appartenenza, con orario settimanale inferiore a quello previsto, può ottenere il completamente orario con incarichi di supplenze brevi e saltuarie (ad esempio spezzone orario di 18 ore sino al 30/06; possibile completamento con supplenza breve di 18 ore ad esempio dal 28/02/2018 al 30/03/2018).

Seguici

 

Identificati