Cosa fare se un dipendente si assenta a metà mattinata per un improvviso malore?? - Notizie - Dsgaonline.it consigli, norme e novità dal mondo della scuola
Seguici

Cosa fare se un dipendente si assenta a metà mattinata per un improvviso malore??

Malattia

Può capitare che un docente o ATA si assentino a metà mattinata/servizio per un improvviso malore.

Se il personale si rivolge al medico per le cure, ma anche per il certificato nasce subito un problema: come si possono considerare le ore di servizio eventualmente prestate dal dipendente, a seguito del rilascio del certificato di malattia a cura del medico nella stessa giornata?

Molti colleghi riportano come prassi il riconoscimento al docente o ATA di un riposo compensativo di entità pari a quella della prestazione lavorativa resa nella giornata in cui è insorta la malattia, le due/tre ore lavorate.

Questa problematica non è disciplinata dal CCNL del comparto scuola; pertanto, si può solo far riferimento alla giurisprudenza che in merito distingue due ipotesi :

a) certificato medico rilasciato al termine di una giornata lavorativa: la prognosi comprende anche il giorno del rilascio, nonostante risulti lavorato (Cassazione, 6.2.1988 n.1290); non si ritiene che abbia alcun rilievo, a tal fine, la circostanza che il giorno risulti lavorato per intero o solo in parte;

b) certificato medico con decorrenza dal giorno successivo a quello della parziale prestazione lavorativa: la giornata non sarà considerata assenza per malattia.

Pertanto, non è ipotizzabile (anche se risulta che molte scuole lo abbiano fatto), in mancanza di una esplicita ed espressa scelta contrattuale in tal senso, la soluzione di riconoscere al dipendente un riposo compensativo di entità pari a quella della prestazione lavorativa resa nella giornata in cui è insorta la malattia;

Questa, infatti, si traduce nel riconoscimento di un beneficio aggiuntivo al dipendente che, per quella giornata, non solo si vede riconosciuto il trattamento economico di malattia (che riguarda l’intera giornata), ma può beneficiare anche di un riposo ulteriore (con oneri indiretti aggiuntivi per l’amministrazione).

Questa chiarimento è avallato da orientamenti interpretativi dell’Aran.

Seguici

 

Identificati