Chiarimenti della Ragioneria Generale in materia di pagamenti superiori a 5000 euro - Notizie - Dsgaonline.it consigli, norme e novità dal mondo della scuola
Seguici

Chiarimenti della Ragioneria Generale in materia di pagamenti superiori a 5000 euro

5000

La Ragioneria Generale dello Stato, con la circolare del 21 marzo 2018, n. 13 fornisce chiarimenti aggiuntivi in ordine alle modifiche concernenti, la riduzione, a decorrere dal 1° marzo 2018, da diecimila euro a cinquemila euro del limite di importo oltre il quale le amministrazioni pubbliche prima di effettuare, a qualunque titolo, un pagamento verificano se il beneficiario è inadempiente all'obbligo di versamento delle imposte Aspetti interessanti della circolare 21 riguardano; Il regime di scissione dei pagamenti infatti la circolare chiarisce definitivamente che ai fini dell’individuazione della soglia dei cinquemila euro le amministrazioni , non dovranno considerare l’IVA, bensì dovranno tener conto, quindi, soltanto di quanto effettivamente spettante in via diretta al proprio fornitore, cioè dell’importo al netto dell’IVA; l'estensione da trenta a sessanta giorni del periodo nel quale il soggetto pubblico non procede al pagamento delle somme dovute al beneficiario, risultato inadempiente, Infine, sono state aggiornate le indicazioni riguardanti il trattamento delle irregolarità, mediante, in particolare, la rinnovazione dell'accluso modello denominato Allegato A da utilizzare nel caso in di verifiche “ora per allora”

Circolare 21 marzo 2018 n° 13 RGS

Allegato A

Seguici

 

Identificati