.... ANCORA SULLE FOTO DEGLI ALUNNI - Notizie - Dsgaonline.it consigli, norme e novità dal mondo della scuola
Seguici

.... ANCORA SULLE FOTO DEGLI ALUNNI

miur foto

 

Alcuni giorni fa abbiamo pubblicato la news “10mila euro di multa se pubblichi la foto di tuo figlio sui social !!”.

I colleghi ci hanno sollecitato a rispondere ad una domanda pressante: è tutto OK se chiediamo la liberatoria ai genitori per pubblicare le foto dei loro figli nei nostri siti di scuola??

Facciamo notare la gravità di quanto ci viene chiesto, assimilando l'uso delle immagini e dei video da parte della scuola a quello di soggetti privati, cioè i genitori. E' vero che il Garante  riconosce ai genitori la possibilità di ritrarre i figli nelle manifestazioni scolastiche unitamente alle immagini di altri bambini, ma si tratta di una corretta applicazione della normativa relativa a privati, fondata essenzialmente sul consenso (art. 23 del Codice della Privacy).

Il Garante della Privacy nelle sue linee guida denominate “La privacy tra i banchi di scuola” del 04.10.2013 afferma che:

"Non violano la privacy le riprese video e le fotografie raccolte dai genitori, durante le recite, le gite e i saggi scolastici. Le immagini, in questi casi, sono raccolte per fini personali e destinate a un ambito familiare o amicale e non alla diffusione. Va però prestata particolare attenzione alla eventuale pubblicazione delle medesime immagini su Internet, e sui social network in particolare. In caso di comunicazione sistematica o diffusione diventa, infatti, necessario di regola ottenere il consenso delle persone presenti nelle fotografie e nei video."

Sottolineiamo che per i soggetti pubblici, quale è la scuola, è vietata la diffusione di dati personali, tra i quali rientrano le immagini, a meno che non sia prevista da norme di legge o regolamento.

A nulla vale il consenso, previsto solo ed esclusivamente per i soggetti privati che trattano i dati.

Qualora la scuola, per motivi di documentazione (es. Progetto europeo) debba documentare la presenza degli alunni, li può riprendere in modo tale che non siamo riconoscibili (es. di spalle) o rendendoli irriconoscibili, come nella foto qui sotto, pubblicata dal MIUR.

Seguici

 

Identificati